Notizie

“Signore, spiegaci la parabola della zizzania”

Di fronte al male ascoltiamo il vangelo odierno che ci presenta la parabola del grano e della zizzania. Dio non interviene subito, in modo clamoroso, nella storia dell’uomo. È paziente. Aspetta. Ma alla fine il male sarà eliminato. Il Regno cresce a poco a poco in silenzio e con efficacia.

Il regno dei cieli instaurato da Gesù non s’impone con la forza, perché nasce dentro una umanità peccatrice trasformata dalla forza dell’amore. Dalla cronaca quotidiana veniamo a conoscere che ingiustizie, odio, guerre serpeggiano fra gli uomini. Ma assieme a tutto questo scopriamo tante realtà positive e di crescita.

Il libro della Sapienza è pervaso da ottimismo: Dio misericordioso avvia ogni uomo, e quindi anche gli stessi nemici d’Israele, verso la conversione. Egli «giudica con mitezza e governa con molta indulgenza». Questo c’insegna che occorre scegliere solo la via dell’amore misericordioso e paziente.

L’apostolo Paolo afferma che, abbandonati alla nostra debolezza, siamo incapaci di scegliere Dio. Ma, pur camminando nell’oscurità del presente, sappiamo che lo Spirito Santo pronuncia nei nostri cuori la parola vera e definitiva che ci orienta al Regno di Dio presente tra noi. La storia dell’umanità è fatta di un misterioso impasto di bene e di male. Nel campo è stato gettato il buon seme, ma spunta la zizzania.

Il Vangelo invita ad avere pazienza.

ORARIO SS. MESSE

FESTIVI Ore 11:00 – Ore 18:00
FERIALI Ore 17:00

ADORAZIONE EUCARISTICA

CALENDARIO

dicembre 2018

lun mar mer gio ven sab dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31