Il Vangelo della domenica Notizie

Maria Santissima Madre di Dio

01 GENNAIO 2017 – MARIA SANTISSIMA MADRE DI DIO

Lc 2,16-21
I pastori trovarono Maria e Giuseppe e il bambino. Dopo otto giorni gli fu messo nome Gesù.

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, [i pastori] andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro.

Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore.

I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro.

Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo.

Parola del Signore


COMMENTO AL VANGELO

Nella Solennità di Maria Madre di Dio, la liturgia ci propone il Vangelo in cui i pastori, avvertiti dagli angeli, si recano nella grotta di Betlemme dove sono Maria e Giuseppe e Gesù Bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferiscono ciò che del bambino era stato detto loro:

“Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore”.

Maria, Madre di Dio, Madre di Gesù e Madre nostra ha una particolare missione nel cooperare alla nascita di Gesù Cristo in noi, ovvero, al dono della Sua natura divina in noi che ci trasforma in veri figli di Dio, figli del Padre.

Il Vangelo ci presenta, anzitutto, Maria che medita sugli eventi che le accadono collegandoli tra di loro, scorgendo in essi un progetto che dà loro senso: il progetto della Volontà di Dio per sé stessa e per l’umanità. Una capacità, infatti, che contraddistingue chiunque ha lo Spirito di Cristo è quella di saper “leggere i tempi”, anzi intravvedere nella propria storia e in quella altrui la costante presenza del Volto del Padre che illumina ogni accadimento e riempie di letizia il cuore degli uomini.

Questo dono che accompagna i cristiani adulti nella fede si chiama discernimento. Nel Passaggio fra il vecchio e il nuovo anno è doveroso soffermarsi, come fa la neo-Madre di Dio, sulla propria vita, rileggendola con fede e ringraziando il Signore per tutti i benefici e le benedizioni ricevute, e per la Provvidenza che fa sì che “Tutto concorra al bene” in ciò che ci capita.

Non c’è fatto, anche doloroso o umiliante, che Dio non utilizzi per il nostro bene, e anche dal peccato cominciando a chiamarci a conversione, Egli sa creare occasioni per renderci più capaci di amore e di speranza.  “Te Deum laudámus…”.

(Da Radio Vaticana)

ORARIO SS. MESSE

FESTIVI Ore 11:00 – Ore 18:00
FERIALI Ore 17:00

ADORAZIONE EUCARISTICA

CALENDARIO

dicembre 2018

lun mar mer gio ven sab dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31