Il Vangelo della domenica Notizie

XIII Domenica del Tempo Ordinario – Anno C

26 GIUGNO 2016 – XIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Lc 9,51-62
Prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme. Ti seguirò ovunque tu vada.

+ Dal Vangelo secondo Luca

Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto, Gesù prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme e mandò messaggeri davanti a sé.

Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per preparargli l’ingresso. Ma essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme. Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Si voltò e li rimproverò. E si misero in cammino verso un altro villaggio.

Mentre camminavano per la strada, un tale gli disse: «Ti seguirò dovunque tu vada». E Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo».

A un altro disse: «Seguimi». E costui rispose: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». Gli replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu invece va’ e annuncia il regno di Dio».

Un altro disse: «Ti seguirò, Signore; prima però lascia che io mi congedi da quelli di casa mia». Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che mette mano all’aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio».

Parola del Signore


COMMENTO AL VANGELO

Il Vangelo della 13.ma Domenica del Tempo ordinario presenta il brano in cui Gesù esorta i suoi discepoli a seguirlo verso Gerusalemme dove “sarebbe stato tolto dal mondo”. Il Signore, di fronte alle resistenze di alcuni, afferma:

“Nessuno che ha messo mano all’aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio”.

Cristo ci ha creati per amare liberamente e per accogliere il Suo invito all’evangelizzazione, perché il perdono divinizzi ogni uomo rendendolo eterno. In gioventù e nel fidanzamento, sposati o meno, nella vedovanza o nella vita religiosa, come nel sacerdozio ministeriale, tutti possiamo testimoniare la vittoria di Cristo sulla morte, con una vita dove risplenda la bontà di Dio, talvolta abbandonando ogni cosa per una risposta autentica alla sua chiamata.

Ma è Lui che ci rivela questa missione, stravolgendo sogni e progetti, le sue vie, infatti, non sono le nostre. Ogni invito a seguirlo comporta una totale novità, è vagliato attraverso diffidenze, incomprensioni e, non di rado, l’aperto rifiuto, delle persone più care.

La radicalità nel rompere questi legami affettivi, unita alla mitezza nelle avversità, distinguono i veri discepoli del Signore che salgono con Lui a Gerusalemme, ed è questa pacata determinazione che scandalizza e attrae. Decidersi per la Volontà del Padre richiede, però, l’ascolto della Parola di Dio, una liturgia profondamente rinnovata, una catechesi kerigmatica, in un contesto comunitario, in altre parole: tutta la ricchezza dell’iniziazione cristiana.

Tu puoi attingere con pienezza a queste fonti, e non accontentarti solo della messa domenicale e di poco altro!

 

(Da Radio Vaticana)

ORARIO SS. MESSE

FESTIVI Ore 08:30 – Ore 19:00
FERIALI Ore 19:00

ADORAZIONE EUCARISTICA

CALENDARIO

agosto 2018

lun mar mer gio ven sab dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31