Il Vangelo della domenica Notizie

XII Domenica del Tempo Ordinario – Anno C

19 GIUGNO 2016 – XII DEL TEMPO ORDINARIO

Lc 9,18-24
Tu sei il Cristo di Dio. Il Figlio dell’uomo deve soffrire molto.

+ Dal Vangelo secondo Luca

Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare. I discepoli erano con lui ed egli pose loro questa domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa; altri uno degli antichi profeti che è risorto».
Allora domandò loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro rispose: «Il Cristo di Dio».

Egli ordinò loro severamente di non riferirlo ad alcuno. «Il Figlio dell’uomo – disse – deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno».

Poi, a tutti, diceva: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua. Chi vuole salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per causa mia, la salverà».

Parola del Signore


COMMENTO AL VANGELO

Il Vangelo della 12.ma Domenica del Tempo ordinario presenta il brano in cui Gesù domanda ai discepoli chi la gente dica che Egli sia, per poi rivolgere direttamente la domanda ai Dodici:

“Ma voi, chi dite che io sia?”. Pietro rispose: ‘Il Cristo di Dio’.

“Molte opinioni sull’identità di Gesù vengono espresse dalle folle, nel Vangelo di questa domenica: il Battista redivivo, Elia, o uno dei profeti. Non è facile, di fatto, percepire la Sua divinità; Pietro, per grazia di Dio, riconosce in Lui il Messia atteso da Israele, ma anch’egli con gli altri discepoli deve fare un passo ulteriore per riconoscere pienamente la missione del Cristo.

Ogni giudeo, infatti, attendeva, in quel tempo, la liberazione politica del popolo eletto attraverso un Redentore potente. Ora, invece, il “Figlio dell’uomo”, pur essendo Dio, non tiene conto della sua dignità e onnipotenza desiderando, piuttosto, bere ardentemente il calice della Passione, sacrificandosi con umiltà sulla croce, per la salvezza di tutti. Egli non fa giustizia alla maniera umana, portando su di sé i peccati degli altri.

La sorpresa, poi, cresce quando invita gli apostoli a fare altrettanto seguendo le sue orme: lo stesso stile di vita, rinnegando il proprio ego per portare la croce di ogni giorno. Non si tratta di una richiesta moralistica opprimente che non si è in grado di ottemperare, ma piuttosto di una buona notizia che rigenera: il Signore ha il potere di operare in ogni uomo questo miracolo effondendo lo Spirito, Cristo sa renderci capaci di soffrire per amore, e di obbedire a Dio invece che a noi stessi.

Questa è vera libertà!

(Da Radio Vaticana)

RACCOLTA FONDI PRO TETTO

LITURGIA DEL GIORNO

ORARIO SS. MESSE

FESTIVI Ore 11:00 – Ore 18:00
FERIALI Ore 17:00

ADORAZIONE EUCARISTICA

CALENDARIO

Marzo 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

SUORE PASSIONISTE

COMUNITÀ MADRE DELLA CHIESA

Via del Tricolore, 1